il fu pd...

24/01/10

Sparare sul PD di Bersani è facile come sparare sulla Croce Rossa, con la differenza che forse è giusto ché magari si sveglia e si toglie questa patina di finta assenza di problemi.

Da quando Bersani è segretario il PD ha perso il 4% nelle intenzioni di voto e nelle simpatie politiche è sceso sotto all'UDC. Assente su tutti i temi, è incapace di proporre una qualunque campagna politica. Bersani, osannato dai peggio burocrati di partito, è ora loro vittima ed è incapace persino di presentare candidature regionali. Coerentemente, ha abolito le primarie a partire dalla Lombardia e cerca di stravolgere le regole interne per sistemare amici suoi, come in Umbria. Inqualificabile il suo comportamento in Puglia dove, grazie al cielo, ha preso una mazzata in testa. Bersani doveva essere la soluzione a tutti i mali, mentre PURTROPPO le regionali saranno un bagno di sangue. Se resiste il Piemonte è un miracolo mentre Lazio, Campania e Calabria sono già perse. L'alleanza con l'UDC è una scelta disgraziata che non pagherà. L'unica scelta giusta e coraggiosa, Bersani l'ha subita nel Lazio.

E intanto in Italia si consuma la deriva berlusconista per cui la politica vota e elegge i suoi rappresentanti a prescindere da cosa facciano, una scissione immagine-sostanza che non ha pari e che pone l'Italia decisamente fuori dalla Democrazia dove, in teoria, la stampa dovrebbe richiamare i politici ai fatti.

3 commenti:

Pietro_d 25 gennaio 2010 08:28  

io credo che ce la facciamo in Puglia (ora). Le cose stanno cambiando rapidamente, il centrodestra ha annunciato il suo candidato (Palese ex assessore al Bilancio di Fitto e uomo FI). QUesto porterà la Polibortone ad uscire fuori dall'alleanza e ad allearsi con l'UDC.... il che potrebbe essere un ulteriore vantaggio... Ieri il PD pugliese come il PD nazionale e lombardo si dimostrato di essere solo.... non ha la gente dalla sua e continua a fare magheggi e a lasciare la trasparenza altrove... Ben gli sta! in primavera il mio voto se lo scordano, ma anche in futuro se non raddrizzano la rotta

Maxim 25 gennaio 2010 10:07  

eh sì. che desolazione.
almeno il pdl si capisce cosa sia e quale sia il suo scopo: comitato di affari impegnato a salvare Berlusconi dai processi. la scusa della comunicazione non è più sufficiente, perchè ormai che il principale impegno del Governo sia impedire che Berlusconi venga processato lo dicono tutti, anche il TG1. è che la gente lo vota. e quando uno dei suoi scendiletto in tv a domande su cose da fare o su motivazioni di scelte fatte risponde "Berlusconi è legittimato dal voto popolare", si vede che solo io mi imbestialisco. gli altri si vede che annuiranno gravemente.
il pd, in vece, non si capisce proprio dove voglia andare. tra 2 mesi gli starebbe bene di perdere anche in emilia o in toscana, così magari, caduti anche gli ultimi baluardi dentro cui trincerarsi, resisi conto di avere perso tutto, si svegliano.
personalmente, non so proprio cosa pensare. le idee e i valori non hanno più cittadinanza, e non da ieri.

Duca21 25 gennaio 2010 10:53  

Pienamente d'accordo con entrambi. Il PD si allontana dalla sua gente che pure si era turata il naso andando a votare l'ennesimo segretario nazionale...

Ha ragione Maxim, il problema è che la gente vota ancora Mr B.

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP