Dei Badge a Bruxelles

25/05/12

A Bruxelles tutti hanno un badge.

Hanno un badge i funzionari della Commissione ed il loro badge è particolarmente brutto. Però, tutti i funzionari hanno un badge. Il badge della Commissione UE è bianco con la foto del funzionario di turno, la bandiera UEe il nome. La grafica del badge da funzionario UE è brutta come le mie tavole ai primi anni d'università.
Tutti i funzionario della Commissione hanno un badge, anche quelli di più alto rango, ma loro lo esibiscono in maniera più discreta, sanno che ha un valore.

Ai giovani funzionari con contratto triennale, la Commissione UE dà un badge uguale a quello ai funzionari a tempo indeterminato ma con la sigla CA posta discretamente in un angolo per non rovinare il semplicismo concettuale e modernista dei badge della Commissione UE.

Anche ai giovani stagisti e interinali è garantita la possibilità di avere un badge ché a Bruxelles un badge non si nega a nessuno. Però, stagisti e interinali hanno un badge diverso, in verticale con sfondo blu degno del PPE e, soprattutto, una fascia gialla che mette in evidenza che quel badge scadrà. Però, intanto anche i giovani possono esibire un badge. E questo a Bruxelles conta.

Il mito primigenio di Bruxelles narra che anche i Commissari abbiano un badge, ma non tutti ci credono. Esistono leggende che dicono che Barroso abbia plasmato il badge a sua immagine e somiglianza. Altri sostengono che sia il figlio di Barroso ad aver disegnato la grafica dei badge della Commissione, ma questa tesi è considerata blasfema e oltraggiosa. Altri ancora sostengono che lo status di Commissario di elevi alla trascendenza del badge.

I badge del Parlamento Europeo sono invece molto più belli: azzurri col logo del Parlamento. Sì, non c'è che dire: avere un badge del Parlamento è molto più elegante, anche se questo compensa una certa rivalità tra Parlamento e Commissione perché i funzionari parlamentari sono meno importanti. Almeno, così dicono i funzionari della Commissione.

Esiste una terza stirpe di badge che sono quelli del Consiglio, sicuramente superiori a Commissione e Parlamento. Tuttavia, nessuno ha mai visto un badge del Consiglio e io credo non esistano. Però qualcuno dice di averli visti, ma io resto scettico. Il Consiglio è un'istituzione metafisica, anzi metabadge.

A Bruxelles tutti hanno un badge.

Se per caso non avete un badge, potete recarvi a una qualunque conferenza ed un simpatico rettangolino col vostro nome nome comparirà per voi. Improvvisamente, sarete elevati al rango di "persona col badge" che forse a Hamburg o Alicante conta poco, ma a Bruxelles...

Esistono poi i badge dei lobbysti ché sono un'entità diversa. In genere, i lobbysti non hanno badge, ma quando si avvicinano a eventi 'made in UE' improvvisamente compaiono. E alcuni badge di lobbysti sono proprio belli. Alcuni badge sono sicuramente più belli di quelli della Commissione, ma difficilmente sono meglio di quelli del Parlamento ché sono un po' le due unità di misura comunemente usate a Bruxelles per misurare i badge.

I lobbysti hanno facce strane e cercano di mimetizzarsi. Tuttavia, esistono due stirpe fondamentali di lobbysti: quelli garantiscono un badge anche ai giovani stagisti e quelli che non lo fanno. Un giovane stagista di una lobby se ha un badge ha spesso annesso anche un sorriso, altrimenti è semplicemente agguerrito e cerca di farsi vedere duro e determinato, amichevole e laido. Ma un giorno anche lui avrà pienamente diritto a un badge senza che questo dipenda dal lobbysta-padrone. E così farà parte anche lui del popolo dei badge.

Perché a Bruxelles tutti devono avere un qualche badge
Ma non in tutta Bruxelles i badge si portano.

I badge popolano l'enorme quartiere europeo di Bruxelles: dalla navata centrale che va da Art-Loi fino a Merode passando per il transetto che congiunge Parc Leopold con Madou. Come in Chiesa ci si fa il segno della Croce quando si entra o si esce, così nel quartiere europeo il badge si mette o si toglie quando si entra o si esce.

I badge non nascono sugli alberi né sotto un cavolo. Un badge non nasce per un atto sessuale, un badge nasce puro, purissimo. Un badge non nasce con la cicogna perché gli animali non sono neanche lontanamente degni di avere un badge, per quanto abbia sentito voce di una setta sovversiva che afferma il contrario. I badge si generano: lo spirito del badge aleggia su Bruxelles e sicuramente saprà procurarvi un badge quando e dove lo riterrà opportuno.Poi, i badge non sono un uso esclusivo bruxellois, però credo che a Bruxelles ci siano almeno la metà dei badge che esistono in tutta Europa. Forse è simile a Washington DC o a New Delhi, certamente a Beijing dove lì fanno tutto in serie e c'è pure il comunismo dei badge. Esistono altri badge europei fuori da Bruxelles? Certo, ma mai così tanti e così religiosamente esibiti.

A Bruxelles tutti hanno un badge, ma devono sapere dove portarlo.

Attenti studiosi hanno anche argomentato che non è vero che il badge viene dato alla persona, è il badge che sceglie chi è degno di indossarlo. A ben vedere, non sono le persone che indossano il badge, ma i badge che portano in giro le persone facendogli credere di avere una volontà propria.

Devo ammetterlo: anch'io sono coinvolto in questa storia di badge e per questa ragione narro tutto questo. Qualcuno potrebbe pensare che io esageri, ma dopo aver letto farete un po' attenzione a questa fenomenologia e mi darete ragione.

Ah, un'ultima raccomandazione: non pensate di venire a Bruxelles con badge fasulli, questo non è assolutamente tollerato e vi metterebbe a rischio. Le sanzioni non sono note. Ciò che è noto è che nel monte sotto il Parlamento c'è gente che è entrata e non ne è mai uscita. I trasgressori più gravi sono stati portati addirittura sotto nelle segrete del Consiglio, ma lì veramente non voglio neanche immaginare cosa possa essere successo.

2 commenti:

Marco Zanzi 25 maggio 2012 13:12  

In tutti gli uffici Schlumberger, chiunque deve girare col badge. Io infatti tutti i giorni lo indosso, e il CEO pure.

Duca XXI 25 maggio 2012 14:01  

Hai ragione, mi son dimenticato di scrivere che il Badge non è esclusivo di Bruxelles.

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP