Ripartire

02/07/12

Io mi dichiaro fan di Prandelli, credo abbia ottenuto il massimo da questa nazionale. Certo, la finale mi ha deluso moltissimo e alcuni errori sono evidenti (non rischiare Chiellini, soprattutto se mezzo infortunato e contro una squadra che gioca in velocità, non mettere Motta quando sei sotto di 2 gol, cambia un po' più i giocatori per centellinare le forze, ...), ma nonostante questo Prandelli va difeso ed ha fatto un ottimo lavoro in generale. Bisogna essere orgogliosi e riconoscergli il merito che non significa che è perfetto, ma bravo sì.

Alla fine della partita ha detto una cosa importante e che condivido: giocatori troppo stanchi. Non si può pensare che questi giochino 40-50 partite all'anno tra campionato, coppa Italia e coppe europee. Ce la può fare un portiere, ma terzini e centrocampisti no! Credo che se la Seria A tornasse a 16 squadre ne gioverebbe lo spettacolo con meno partite inutili, giocatori più freschi, maggiore competitività in Europa.

Che l'avventura continui.

2 commenti:

Pietro_d 2 luglio 2012 11:11  

sul calcio siamo in disaccordo.

Prandelli ha fatto sin dalle convocazioni scelte "politiche" per non scontentare nessuno. Il che è un grosso errore. Ora qualcuno mi dica perché ha convocato un Borini (nome a caso, di un giocatore che mi piace pure) per tenerlo in panca e poi per esempio non ha scelta il classico lungagnone o prima punta (andava bene anche Pazzini) da usare in momenti "particolari". ma anche altre scelte strane come convocare Giaccherini e non Pepe che su quella fascia avrebbe dato una mano non di poco conto...

sin dalla prima partita ha scelto come un "mulo" quei due d'avanti che hanno creato poco (sopratutto il giocatore barese, che non c'era dal punto di vista fisico), poi si è incaponito con Montolivo, che francamente è stato il peggiore della spedizione azzurra (nonostante i media italiani dicano il contrario) forse peggio di lui solo Giaccherini. ci sarebbero altri errori tattici qua e la poi, coperti spesso da un pizzico di fortuna...

torniamo a ieri, l'apoteosi del naufragio. Prima schiera titolari giocatori non in forma (Chiellini che fra l'altro ha messo anche su una fascia, quando si sa che i terzini devono avere 20 polmoni...), poi Cassano che non ha giocato una partita in forma... e anzi durante tutto il torneo non ha migliorato la condizione, infatti il solo Di Natale ha creato più di tutti i nostri.... Il cambio di Motta poi... io avrei messo Giovinco (uno che non amo molto come giocatore, ma che in alcune situazioni come quella di ieri può essere utilissimo, ma che stranamente è stato fatto fuori dopo la sua prima uscita (fra l'altro non si era nemmeno comportato male).

il bello della nazionale è avere 22 giocatori e poterli utilizzare tutti visto le partite ravvicinate, il nostro mister invece no... ha usato sempre gli stessi. Eppure i nostri "rincalzi" non erano dei peggiori...anzi forse erano i migliori del torneo.

Ieri gli spagnoli non hanno voluto infierire. Nel rugby non è infierire è umiliazione doppia. Ieri per la prima volta una nazionaleha perso con più di 3 gol di scarto in una finale europea. Prandelli nel giro di due giorni è passato dal potrei lasciare ad uno strano "io rimango" proprio dopo una sconfitta del genere....


mha...

La Liga è a 20 squadre. I giocatori della Spagna provengono da Barca e Real Madrid per la quasi totalità e giocano molte ma molte più partite dei nostri. Eppure... non erano stanchi, forse avevano semplicemente un allenatore migliore.

p.s.: il preparatore atletico della nazionale azzurra è il figlio di Prandelli.... giusto per capirci

Duca XXI 2 luglio 2012 11:56  

Contento di un confronto con chi la pensa differentemente, rispondo su alcuni punti.

Sicuramente alcune scelte discutibili (sono d'accordo che era meglio Pazzini di Borini che pure piace anche a me), ma lui ha scelto un'ossatura che non prevedeva ali perché onestamente non ce ne sono un granché ed ha portato avanti questa linea arrivando comunque in finale, mentre altri allenatori prima di lui (Donadoni, Lippi ...) a furia di cambiare non sono arrivati da nessuna parte.

Riconosco che Montolivo sia stata una scelta che non condivido ed io avrei rischiato Giovinco, soprattutto in una condizione di 0-2.

Non sono invece d'accordo sul fatto che devi far giocare tutti 22: hai pochi giorni per fare gruppo e su quello devi puntare avendo un'identità di gioco, ma lì siamo di opinioni diverse. Certo, qualche cambio in più poteva servire, ma non per forza devi rutoare tutti e 22 (ok, facciamo 20 perché il portiere non cambia).

Non so, credo che all'Italia farebbe bene ridurre il numero di squadre in Serie A. Ricordiamoci che in Spagna ci sono due squadre e basta che hanno pure la squadra b.

Comunque, se penso anche alla U21 c'è qualcosa per essere ottimisti tra i vari Destro, Verratti, Crescenzi, e poi Borini, Giovinco e Rossi... Mah, vediamo...

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP