10 punti della giornata di ieri

17/03/13

Partirò dall'inizio dicendo che sono molto contento delle elezioni di Boldrini e Grasso, tuttavia questo giudizio positivo dev'essere articolato perché il senso mi pare molto complesso e facilmente fraintendibile.

1. Bravo Civati
E' lui che ha proposto questi candidati riconoscendo l'importanza di mettere il paese di fronte a candidati autorevoli. Civati ha capito che il PD non poteva continuare con la vecchia politica e Boldrini e Grasso erano ottimi nomi. Questo non era affatto scontato perché Bersani aveva dato mandato a Zanda di negoziare con il M5S per una spartizione delle poltrone, ma sulla base di nomi "tradizionali", invece Civati ha proposto la mossa del cavallo rilanciando in alto. Merito anche a Franceschini che ha sostenuto la posizione di Civati ed a Bersani che ha scelto questa posizioen.

2. Maluccio Bersani, malissimo tanti altri.
Tutti lo prendono come un vincitore, ma il merito non è suo, bensì del duo Civati-Franceschini. Bersani ha saputo scegliere una linea intelligente, ma c'erano tante altre linee e lui a lungo ha insistito sulla spartizione con il m5s. Fra gli altri, c'era Vendola che proponeva di cedere la presidenza della camera al m5s: idea ragionevole perché li avrebbe costretti ad assumersi responsabilità istituzionali in una camera dove c'è una chiara maggioranza, ma comunque un'idea vecchia. C'erano anche i D'Alema che proponevano la Presidenza del Senato al PdL come gesto distensivo, e questo è meglio non commentarlo. Bersani ha saputo riconoscere che la sua linea era finita in un cul de sac ed ha accettato di cambiarla. Il problema è che il nodo

3. Sicuri che il M5S abbia votato Grasso?
Premesso che forse non si saprà mai, ma se fossero stati i montiani a votare Grasso? Pensate a questo scenario: i montiani dichiarano l'astensione, sanno che nel m5s c'è disaccordo e grande attenzione mediatica. Allora, i montiani in segreto votano per Grasso, magari anche come strategia esplicita accordata fra loro, e gettano la patata bollente nel campo del m5s che ora si spacca. Sarebbe una mossa degna degli strateghi democristiani d'altri tempi, e fra i montiani ce ne sono parecchi...

4. ora il governo?
Il problema è che questa situazione non risolve niente della crisi istituzionale. Due ottimi presidenti eletti in questo modo non risolvono la crisi di governo. Ora, che si fa? Sia chiaro, a memoria mia non ricordo che l'Italia abbia mai avuto Presidenti delle Camere tanto degni di ricoprire quei ruoli. Ma ora, che si fa?

5. una grande opportunità per SEL, se la saprà cogliere
Ultimamente sono molto deluso da Vendola e ad oggi sarei in serio dubbio se rivotarlo perché ha smesso di costruire l'area politica di cui era diventato leader. Ora SEL ha una grande opportunità di de-vendolizzarsi cioé di superare la natura personalistica di partito facendo emergere altre personalità, investendo mediaticamente su nomi nuovi e, soprattutto, diversi dal vendolismo (es. Migliore è uno che mi piace, ma ancora troppo vendoliano mentre Boldrini è un nome che offre un'immagine chiaramente nuova e diversa). Sapranno quelli di SEL cogliere quest'opportunità?

6. e Silvio?
Chi ne esce con le ossa rotte è il pdl che se fosse riuscito a eleggere Schifani avrebbe assestato un duro colpo all'immagine del PD e si sarebbe garantito una pedina importante nello scacchiere parlamentare attuale. Sono convinto che Berlusconi saprà ribaltare il quadro dicendo che con accordi sottobando il centrosinistra fa incetta di poltrone e, in parte, è vero, per quanto Grasso sia una personalità di alto livello.

7. Boldrini e Grasso
Dicevo sopra che sono nomi di altissimo valore. Il discorso da neopresidente della camera è emozionante e dimostra che una nuova e buona politica è possibile. Vorrei che un punto fosse chiaro. Queste due candidature hanno convinto il proprio elettorato e questa è una cosa positiva. A differenza di tante altre posizioni politiche, è bello vedere che il discorso di Laura Boldrini è stato ripreso e postato massicciamente su FB perché, finalmente, gli elettori di centrosinistra non si vergognano più di chi hanno votato. Ecco, io vorrei che fosse sempre così cioé che il centrosinistra sappia candidare gente che piace al proprio elettorato, non candidare gente per conquistare quello altri deprimendo il proprio. Io voglio votare qualcuno che rappresenta le mie idee, non voglio dover votare qualcuno di centrodestra candidato per il centrosinistra perché così si prendono più voti (ogni riferimento ad un recente candidato lombardo del centrosinistra è casuale). Vorrei tanto che i dirigenti del centrosinsitra capissero che devono mandare avanti gente che piace all'elettorato di centrosinistra e, se veramente ci piacciono, poi saremo noi ad attirare altri voti. Se si candida qualcuno che a noi non piace, noi ci depriamo, ne parliamo male e chi ci sta intorno non si lascerà convincere della bontà dei nostri canddiati.

8. siamo sicuri che il m5s abbia perso?
A guardare bene, il M5S sta facendo molto bene al PD costringendolo ad assumere gli 8 punti (di cui però quasi nesuno ricorda il contenuto) ed a candidare nomi autorevoli invece dei capi correnti che aspettano da una vita una loro cadrega (Finocchiaro&Franceschini, uomo&donna, Margherita&DS, Emilia&Sicilia, ecc...). In realtà, questo risultato può essere letto anche come una vittoria del m5s perché sta costringendo il PD a diventare un partito serio.
Devo dire che su questo punto ero contrario, scettico, non ci credevo. Ora non ho problemi ad ammettere che devo cambiare idea e lo scenario forse volge in meglio (ai posteri l'ardua sentenza).

9. Monti, pessimo.
Incapace di dettare una linea chiara. Autocandidandosi stava mettendo il paese in seri problemi (chi avrebbe retto gli affari correnti?), oltre al fatto che lui non è un senatore eletto, ma nominato. La cosa interessante è che non ha saputo giocare la sua partita, anzi continua a perdere punto.

10. infine...
Nel decimo punto non so cosa scrivere, ma volevo che fossero 10.

4 commenti:

Anonimo 17 marzo 2013 15:41  

Bella analisi Duca. Concordo! Anche a me la mossa del PD e' piaciuta molto (finalmente!) dopo avermi fatto vergognare con le patetiche schede bianche della prima votazione (che cosa ignobile!).

Spero anche io che il PD abbia capito che il M5S puo' avere un ruolo utile nel momento in cui approva cio' che e' bene approvare per il paese a partire da piccole riforme che pero' non si fanno mai (tagli alle spese della politica su tutto).

Se Bersani si presenta candidato premier per fare queste poche ma significative cose credo che avra' poco da temere. E poi per il resto si vedra'. Ma gia' FARE qualcosa sarebbe comunque positivo, anche in chiave di una nuova campagna elettorale (si farebbero finalmente di 'sinistra' alcuni temi diventati di 'protesta').

Monti oramai ingiustificabile. E la responsabilita' (non la colpa!) ricade anche su Napolitano che ha chiaramente scommesso su un cavallo rivelatosi impazzito. Farlo senatore a vita e' stata una sciocchezza e anche non richiamarlo con piu' fermezza ai patti stabiliti nel novembre 2011.

PDL ridicolo. Spero che sia passato il prurito di cercare accordi (SEMPRE al ribasso) con certa gente capace di chiamare 'Schifani' una 'scelta istituzionale'.

Vendola chiaramente superato. Spero torni a fare il governatore della Puglia. Come leader politico nazionale e' inadeguato.

Papero

Duca XXI 18 marzo 2013 07:56  

Siamo d'accordo su tutto, aggiungerei solo due elementi. E' vero che Monti è ormai un cavallo impazzito, ma Napolitano l'ha richiamato dicendogli di rinunciare alla sciocchezza di candidarsi presidente del senato. Vendola, invece, ha già annunciato che tornerà in Puglia. In settimana aveva rinnovato la giunta. Capisco che in questo periodo "agitato" voglia stare in Parlamento e poi decadere optando per la Puglia, rientra nei limiti del suo mandato.

Pietro_d 18 marzo 2013 10:08  

si i montiani hanno votato bianca!

come lo deduco: sono stati gli unici velocisti...entravano ed uscivano dal seggio in un secondo netto (ordini da parte degli esperti uddiccini)

Duca XXI 18 marzo 2013 15:56  

Ok, i montiani non hanno votato Grasso, anche se l'idea mi sarebbe parsa decisamente furba e intrigante.

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP