Lo dico? Lo dico.

20/03/18

Per me le prossime tappe della politica italiana saranno più o meno queste.

 Il centrodestra proporrà al senato una qualche Bonino per ottenere che il pd in cambio sostenga una qualche Gelmini o Meloni alla Camera (così pure due donne e pare un qualcosa progressista che attiri attenzione dei giornali).

 A questo punto Mattarella offre l'incarico a un qualche leghista che non sia Salvini perché troppo divisivo, qualcuno tipo Maroni o Giorgetti. Fi da la parte del pontiere con Berlusconi che si atteggia da padre della nazione. A quel punto il pd va nel solito psicodramma ma alla fine accetta ottenendo gli esteri per un qualche Orfini di turno e che gli interni vadano a fi e non alla lega. Le altre caselle poi si distribuiscono facilmente. È possibile che serva qualche giro a vuoto prima di arrivare a questa soluzione. Se necessario manderanno a umiliazione Di Maio tanto per divertirsi a dirgli di no.

 Al momento del primo voto di fiducia il pd perde qualche pezzo, Renzi dice di sì per "responsabilità" ma il giorno dopo esce e si fonda il suo nuovo partito, mentre il m5s fa caciara per essere stato escluso da tutto. Fantapolitica? Forse. Avrò sbagliato i nomi? Sicuramente. É uno scenario che mi entusiasma? Manco per sogno, ma non vedo alternative. Alla peggio, mi sarò divertito a raccontarvi questa storiella, l'importante é che non mi prendiate troppo sul serio.

--- Buona giornata.

PS
Provate a fare questo esercizio. Ripetere tutti in coro "lega e m5s vogliono allearsi. Che paura! Che paura!". Dopo tre settimane così, in cui ci siamo convinti tutti a vicenda, vedrete che questo scenario non sembrerà altro che un gradito sollievo, mentre chi non avrà praticato questo mantra troverebbe tutto questo tremendamente indigesto...

 "Lega e m5s vogliono allearsi. Che paura! Che paura!".
 "Lega e m5s vogliono allearsi. Che paura! Che paura!".
 "Lega e m5s vogliono allearsi. Che paura! Che paura!".
 "Lega e m5s vogliono allearsi. Che paura! Che paura!".

Read more...

ah le gioie del proporzionale

06/03/18

Adoro queste ritualità.

Quando Renzi dice "mai col m5s" in realtà dice, implicitamente, "sì, ma con FI se ne può parlare...". Questo è un salvagente lanciato a FI che rischia a sua volta di essere schiacciata dalla Lega.

Entrambi sanno che in Parlamento esistono solo due maggioranze possibili: M5S+PD(+LeU?) o ForzaLeghisti+PD. Esisterebbe anche una teorica maggioranza M5S+Lega, ma sarebbe un suicidio per entrambi e Salvini lo sa bene.

Ora, il PD da buon partito centrista deve vendere i suoi voti a caro prezzo consapevole però che se non li vende ora, poi non varranno più niente. D'altra parte, Renzi sapeva che andava incontro a questo scenario ed ha infarcito le liste di fedelissimi per cercare di minimizzare le defezioni interne.

La composizione delle maggioranze poi richiede di essere il "+1" del 50%+1 perché i voti non si contano, si pesano (cit.). Il PD deve essere sicuro di essere quel +1, magari anche un +5 o +10 per massimizzare il suo peso e, perché no, marginalizzare la Lega. D'altra parte, la Lega ha fatto il botto, ma se non capitalizza ora potrebbe avere defezioni interne e col M5S sarebbe socio di minoranza, mentre con PD e FI avrebbe tutt'altro peso negoziale.

Berlusconi per ora tace ma sa bene che è in una condizione analoga a quella di Renzi.

Buon divertimento.

Read more...

A Caldo

Copio-incollo alcune cose scritte su facebook a caldo, a mo' di promemoria.

-----
Se un mio studente passasse dal sostenere Fassina a Calenda così, come minimo lo boccerei, possibilmente lo farei internare. 
Più probabilmente mi farebbe licenziare lui perché in Italia funziona così. Auguri.
-----
Io c'ho un problema con quelli che si dicono progressistidicentrosinistra e poi preferiscono Casini a Errani, Tabacci a Boldrini e Gori a Rosati. Quelli per cui D'Alema e Bersani sarebbero "sinistra radicale". Quelli che sono di sinistraprogressistiambientalistimeriticraticisolidalimagaripureecologisti ma poi hanno come riferimenti politici Calenda e Minniti. Ecco la fine del centrosinistra in Italia é tutta qui.
-----
Aggiungo la mia tanto...
Questo è il risultato che mi aspettavo (ma non che auspicavo).
Ora la cosa più "normale" mi sembrerebbe un governo Maroni con Orfini nel ruolo di novello Alfano.
Voglio guardare il bicchiere mezzo pieno: grazie alla nuova legge elettorale, la coalizione berlusconian-salviniana dovrebbe avere circa 250-260 deputati, invece di 340 se si fosse votato col Porcellum (più complicato il conto del Senato). Questo li rende fragili e vulnerabili. nel rispetto della loro reale rappresentatività nel paese.
L'unica cosa che mi ha realmente sorpreso è il netto divario territoriale.
-----

Read more...

Verso il solito psicodramma nazionale

03/03/18

Si vota, un periodo politico noioso dove la nuova legge elettorale proporzionale è stata mascherata sotto un anelato maggioritario che onestamente non ha ragion d'essere. Ho votato LeU più per noia e abitudine che per convinzione. Devo dire, però, che nel mio collegio avevano degli ottimi candidati.

Lancio le mie previsioni sullo psicodramma nazionale.
Il M5S come primo partito, ma la coalizione di Berlusconi davanti (o forse no, o forse Salvini sarà davanti a FI, ma poco importa... tutto alimenterà lo psicodramma nazionale). Tanto il m5s non può governare -a prescindere- e se lo fa cade dopo due minuti sotto il fuoco a tappeto dei media mainstream.
Così c'è già la Bonino pronta a sostenere un qualche governo guidato da FI purché non ci sia Berlusconi premier, mentre il PD avrà il suo solito psicodramma interno fra chi sicuramente risponderà all'appello di unità nazionale di Silvio, fra Renzi che non saprà cosa fare perché non è un gran politico e chi mai-con-Silvio (dimenticando che sono al governo insieme da più o meno 6 anni).
Intanto, se Salvini dovesse essere davanti a FI lo psicodramma sarebbe ancora più divertente perché allora dovrebbero negoziare fra Maroni e Tajani per vedere chi riesce a prendere più alleati (ché Tajani lascerebbe una poltrona che fa gola, mentre Maroni potrebbe essere un compromesso interessante).

Poi, lo psicodramma sarebbe ancora più evidente se Casa Pound dovesse entrare in Parlamento (e temo che alla fine enterà). Allora anche LeU potrebbe spaccarsi fra chi si mette a sostenere un qualche governo di unità nazionale e chi comunque dice no a Berlusconi.

Tutto questo perché? Perché Renzi ha fatto male, ha governato malissimo circondandosi di cortigiani e gente uguale a Berlusconi. Attorno a lui c'è gente che ha confuso i propri meriti col fatto che l'Europa è in qualche modo ripartita, più che altro per merito di Merkel e Draghi.

Proverei un certo gusto se il PD scendesse sotto al 20% perché allora sarei curioso di vedere se Renzi avrà il coraggio di fare la "macronata" di liberarsi delle vecchie gerarchie proto social-democratiche, ma facendolo da sconfitto in tempi sbagliatissimi perchè queste cose funzionano solo da vincenti.

E niente. Non vedo speranza concreta. Spero, però, questo sì lo spero che la situazione ne uscirà aiuti a liberare qualche energia positiva, aiuti a sbloccare qualche equilibrio parassitario, che si liberi qualche distruzione creatrice. Ché peggio di così proprio signora mia non si sa più che dire.

Ah, non prendetemi troppo sul serio.

Read more...

Storia semiseria di San Nicola

06/12/17

Oggi é San Nicola. Non credo di dover spiegare perché sia uno dei miei santi preferiti.

La storia, ma dovrei dire la sua leggenda mi appassiona perché a San Nicola é attribuito un po' di tutto, un gran caos. Succede, se sei un santo del III/IV secolo che diventa famoso in quel periodo. Patrono di bimbi e ragazze madri e ragazze da marito, ma anche commercianti, avvocati, marinai, scolari, pescatori... insomma, chiunque abbia bisogno di un santo in paradiso, in fondo e' uno buono.
Dicevamo, San Nicola viene dall'attuale Turchia, andava bene quando c'era da combattere l'eresia ariana (pare abbia preso a schiaffi Ario in persona!), ma soprattutto perché anche Costantinopoli aveva bisogno di qualche santo da quelle parti, mica tutti a Roma. L'unico fatto storico che pare confermato é che San Nicola si occupasse di bambini orfani e madri abbandonate, ma su questo torneremo.
Il successo di San Nicola arriva pero' qualche secolo dopo quando Cirillo (che in realta' si chiamava Costantino, ma cambio' nome prima di morire per evitare confusioni) e Metodio furono mandati dalla Chiesa bizantina a evangelizzare i popoli slavi. I due pare fossero ferventi devoti di San Nicola (pare anche che non andassero molto d'accordo fra di loro, ma tralasciamo questi pettegolezzi) e cosi' infilarono il culto di questo brav'uomo nella loro opera di evangelizzazione. Cirillo invento' il suo famoso alfabeto per gli Slavi del Sud perché quello greco era troppo lontano dalla loro lingua. Pare che non funziono' granché, ma piacque ai bulgari che lo fecero loro, assieme al culto per San Nicola (a quelli a cui non piacque l'alfabeto cirillico, glielo imposero dopo con altri modi...).
Da li', l'alfabeto cirillico e il culto di San Nicola si diffusero verso nord in tutto il mondo slavo, ma quando a fatica sai scrivere e devi sopravvivere a un paio di invasioni barbariche non é che stai a guardare i dettagli della storicita' di San Nicola. Sai che era una persona buona che si occupava di orfani e madri sole, dunque faceva comodo. Poi, gli infedeli presero Costantinopoli: gli italiani si presero il corpo di San Nicola a Bari, mentre il culto si tasferi verso Kyev e Mosca (e questo spiega perché i Russi ce l'hanno con noi: che ve ne fate di un santo che non venerate?!). Pero' faceva comodo avere un santo in comune fra chiesa occidentale e orientale: quando ci sono delle guerre, sempre meglio avere qualche punto in comune, soprattutto se questo ti offre un motivo per allearti contro gli infedeli. (nel dubbio, intanto, la Chiesa si era presa anche Cirillo e Metodio dandogli sepoltura a Roma, che e' un po' come prendersi un posto sicuro al ministero...).
Intanto, la leggenda di San Nicola proseguiva con o senza l'uso dell'alfabeto cirillico (i finnici si accorsero che gli slavi del sud avevano dimenticato le vocali cosi' presero a metterne ovunque). Ognuno ci metteva dentro quel che aveva voglia. Andava bene per pescatori e commercianti perché piaceva su entrambe le sponde di Mediterraneo e Mar Nero. Gesu' aveva detto di essere come i bambini e San Nicola aveva protetto i bimbi orfani che ce ne sono un po' ovunque. Poi, a dirla tutta, San Nicola funziona anche dove fa freddo, mentre Gesu' é spiegato che andava vestito solo di una tunica... poco credibile quando sei in Ostrobotnia...
Torniamo a San Nicola. Divenuto mito leggendario in Europa centrale, orientale e nordica (ma rispettato anche dai Turchi a cui evidentemente stava simpatico), fa comodo a italiani e germanici per avere un punto in comune quando c'e' da commerciare, ma la figura ancora non sfonda in occidente.
Il successo di San Nicola in occidente (purtroppo) arriva con la Coca Cola, mannaggiaalloro! Gagliardo 'sto qui che fa commercio e porta regali ai bimbi! Qui da noi non lo conosce nessuno, ma per me funziona bene per la pubblicita'! Ecco allora che gli tolgono la croce, afflosciano la mitra, cambiano i colori sociali in bianco e rosso (prima la coca cola era verde a quanto pare) e lanciano "Babbo Natale"! GAGLIARDO 'r vecchietto! Che storia, porta regali ai bimbi, e' simpatico e tanto li ammmericano manco sanno dove sia la Lapponia... Funziona, successo mondiale! Il caos sulle leggende di Babbo Natale garantisce che nessuno possa lamentarsi sulla veridicita' del personnaggio che ne ha gia' passate parecchie nella storia, viene da un alfabeto che nessuno capisce (ai tempi era sotto i sovietici, figuratevi!).
Ecco, tutta questa storia é un gran caos. Neanch'io sono sicuro di tutta la veridicita' di questa vicenda. Sicuramente ci sono molte inesattezze, ma succede se diventi celebre fra il III e il nel IX secolo in una terra dove la gente si inventa alfabeti per altra gente che manco sa scrivere, e comunque deve preoccuparsi di un paio di invasioni barbariche (non esattamente come l'eliminazione dell'Italia dai mondiali...). Piu' leggenda che storia, lo so, ma é proprio questo il fascino.
PS
pero' la scena di San Nicola che prende a schiaffi Ario al Concilio di Nicea dev'essere stata epica...

Read more...

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP