io predico cautela

17/05/11

Ferrante, un candidato debole e pessimamente sostenuto dal suo stesso partito, ottenne il 47% contro la Moratti.

Quest'anno l'affluenza è stata sostanzialmente uguale e Pisapia, un ottimo candidato con un ottimo lavoro alle spalle, ha ottenuto il 48%.

Attenzione perché significa che il cambiamento è stato marginale e risibile, il risultato è legato soprattutto al fallimento della Moratti (-9/10%) che perde pezzi rispetto alla sua coalizione, ma soprattutto ha perso UDC&co. Al solito, bisogna guardare i voti assoluti più che quelli relativi altrimenti non si capiscono i flussi. Continuando l'analisi di tempo fa, la Lega ha perso la sua capacità di risucchiare i voti di opinione di destra che si sono dispersi determinando il calo della Moratti.

L'unica novità rilevante è il movimento dei grillini che è ormai una realtà considerevole in molti contesti e che dovrà strutturarsi per non implodere.

Altre analisi le farò più avanti, ma attenzione perché la Sinistra non credo abbia conquistato nuovi vuoti, come sempre in Italia dove l'elettorato cambia pochissimo. Piuttosto, la gente è un po' stufa di B&B.

Ultima nota: il PD ha preso mazzate colossali visto che i risultati migliori vengono da candidati contro cui erano apertamente ostili...

5 commenti:

Pietro_d 17 maggio 2011 08:55  

commento veloce:

d'accordo fino ad un certo punto. Le condizioni sono nettamente diverse e fino ad oggi il centrodestra difficilmente ha mai ribaltato un risultato al primo turno.

comunque la cautela è d'obbligo.

Sul PD è vero che non è riuscito a dare candidati (vedi anche il clamoroso caso di Napoli, dove il voto disgiunto è stato notevole!), ma noi che con il PD non abbiamo ottimi rapporti dobbiamo anche far notare che a Milano il PD quasi sorpassa il PDL....

Marco Zanzi 17 maggio 2011 12:33  

e' il PD che e' salito sopra il pdl, o il pdl che e' sceso sotto al pd?

Non e' una differenza risibile...

Duca XXI 17 maggio 2011 23:42  

Su Milano, bisogna considerare che gli 80mila voti persi dalla Moratti sono in 50mila andati tra Palmeri e Pagliarini. Ne mancano 30mila che devo capire dove siano finiti. In quei 30mila c'è il vero risultato elettorale.

Più che altro, in generale, sono PdL e Lega ad essere scesi, il PD non mi sembra abbia sfondato in nessuna città...

Maxim 23 maggio 2011 15:40  

è abbastanza incredibile, ma sono completamente d'accordo con le tua analisi. anche nel post successivo.

la cosa peggiore è che ora la Moratti vincerà perchè Silvio e i suoi hanno rispolverato il repertorio combinato di minacce (città invasa dagli extra e dalla marmaglia dei centri sociali) e lusinghe (via l'ecopass, condono multe, ministeri a Milano ecc.).

non penso che Pisapia servirebbe a Milano, ma la Moratti non mi è piaciuta per niente e ste menate mi fanno cascare le oo.

Duca XXI 28 maggio 2011 13:55  

Mi sono accorto che non si era salvato il mio precedente commento a Maxim.

Dicevo, a me sembrano disperati e anche Sallusti ormai si e' smarcato dalla Moratti... pero', vedremo lunedi' sera...

Certo e' che finalmente ho visto un entusiasmo incredibile e Pisapia rida' speranza per il futuro, cosa che prima molti avevano perso e avevano solo rabbia per le cose che non andavano.

Vedremo...

For wayfarers | Per i viandanti

Duke's guests | Ospiti regolari

  © Free Blogger Templates Columnus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP